informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono le domande di economia aziendale più frequenti?

Commenti disabilitati su Quali sono le domande di economia aziendale più frequenti? Studiare a Cagliari

Se stai spulciando il web alla ricerca di un articolo che ti sveli le domande di economia aziendale più frequenti significa che sei alle prese con la preparazione del tuo prossimo esame, e probabilmente sei preoccupato di non riuscire a superarlo.

Trattandosi di una materia le cui basi risultano fondamentali per affrontare nel migliore di modi un corso di laurea in economia, e allo stesso tempo per l’esercizio di una professione, l’università telematica Niccolò Cusano di Cagliari ha deciso di fornire un piccolo aiuto a tutti gli studenti in procinto di affrontare la prova.

In questo post abbiamo raccolto le domande di economia più ricorrenti, ognuna delle quali corredata da una breve risposta.

Ci teniamo a precisare che le risposte non intendono in alcun modo essere esaustive, ma semplicemente fornire lo spunto per approfondire il concetto di base.

Le domande più frequenti di un esame di economia aziendale

In linea generale gli argomenti da approfondire fanno riferimento a tutto ciò che riguara il sistema aziendale: i soggetti, le caratteristiche, la gestione, l’assetto organizzativo, i sistemi operativi, le strategie, l’attività, il bilancio di esercizio.

Ecco di seguito le domande di economia aziendale più ricorrenti.

  1. Quali sono gli ambiti disciplinari dell’economia aziendale?
    Sociale, giuridico, tecnico, economico, aziendale
  2. Che cos’è un’azienda?
    L’azienda è un istituto economico che attraverso il coordinamento di persone, beni e mezzi mira a soddisfare i bisogni umani
  3. Quali sono i criteri di classificazione di un’azienda?
    Oggetto dell’attività produttiva, soggetto giuridico, scopo, dimensione
  4. Cosa si intende per efficienza, efficacia ed economicità?
    L’efficienza indica il rapporto tra gli investimenti (risorse impiegate) e i ricavi (risultati ottenuti).
    L’efficacia rappresenta la capacità di un’azienda di raggiungere gli obiettivi prefissati (efficacia interna) e di soddisfare i bisogni della clientela (efficacia esterna).
    L’economicità sintetizza i concetti di efficienza ed efficacia; il concetto indica la capacità dell’azienda di utilizzare in maniera efficiente e coerente (riducendo i costi – massimizzando i risultati) le risorse disponibili per il raggiungimento degli obiettivi.
  5. Che cos’è il principio di competenza?
    Il principio competenza viene applicato in fase di redazione di bilancio e consiste nello scivere nel conto economico i cosi e i ricavi che hanno avuto un effetto nell’esercizio in questione, a prescindere dalle manifestazioni finanziarie avvenute o future.
  6. Che cos’è il principio di prudenza?
    Il principio di prudenza si applica in fase di redazione del bilancio di esercizio; esso definisce la regola secondo la quale i profitti non realizzati non devono essere contabilizzati, mentre devono essere indicate tutte le perdite, anche quelle presunte e probabili non ancora definitivamente conosciute e realizzate.
  7. Che cos’è il circuito di produzione?
    Il circuito di produzione include l’insieme di azioni coordinate finalizzate alla trasformazione dei fattori produttivi in prodotti; è composto da tre passaggi: input (approvvigionamento), produzione (trasformazione) e output (collocamento).
  8. Cosa si intende per soggetto giuridico e soggetto economico?
    Il soggetto giuridico di un’azienda è la persona fisica o giuridica che assume i diritti e gli obblighi derivanti dall’esercizio dell’impresa.
    Il soggetto economico è colui che detiene il potere decisionale.
  9. Che cosa si intende per obsolescenza?
    L’obsolescenza è un fenomeno che riguarda la perdita di valore economico di un bene in seguito al progresso tecnologico. Riguarda quindi le immobilizzazioni tecniche, ovvero impianti, macchinari e attrezzature che vengono superati da strumentazioni maggiormente all’avanguardia.
  10. Cosa si intende per leva finanziaria?
    Nell’ambito dell’analisi di bilancio la leva finanziaria (leverage) indica l’effetto che si ha quando all’aumento o alla diminuzione del rapporto di indebitamento (rapporto tra i debiti finanziari e il capitale proprio d’impresa) aumenta o diminuisce anche l’indice di redditività sul capitale proprio investito.
  11. Chi sono gli stakeholders?
    Gli stakeholders sono definiti portatori di interesse nei confronti dell’azienda; il termine identifica i soggetti sostenitori di un’iniziativa economica.
    Si suddividono in interni (proprietari, soci, dipendenti, ecc.) ed esterni (fornitori, clienti, concorrenti, istituzioni, ecc.).
  12. Cosa si intende per sistema aziendale aperto?
    L’azienda ha un sistema aperto quando instaura delle relazioni con l’ambiente esterno (consumatori, fornitori, altre imprese ecc.), per ricevere come input fattori produttivi (materie prime, servizi, attrezzature, capitale monetario, ecc.) e influssi ambientali (normative, ecc.) e fornire come output prodotti e servizi.
domande esame economia aziendale

Consigli per preparare e superare l’esame

Prima di concludere il post ti daremo una dritta per approcciarti allo studio della materia economica nel modo giusto.

Partiamo dall’analizzare la tipologia di prova, composta essenzialmente da due parti:

  • Aspetti contabili
  • Aspetti strategici della gestione aziendale

La parte contabile è per lo più pratica e include tutti gli elementi afferenti alle scritture in partita doppia, ai bilanci ecc.
Per rendere efficace lo studio bisogna concentrarsi sulla comprensione delle logiche contabili e sullo svolgimento degli esercizi, che nel caso in questione rappresentano un valido strumento per migliorare e velocizzare l’apprendimento.

La parte strategica è soprattutto teorica e include gli elementi normativi che disciplinano la gestione aziendale (gestione del magazzino, fornitura della merce ecc.).
Il consiglio per memorizzare più rapidamente è sintetizzare concetti e informazioni all’interno di schemi e mappe mentali.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali