informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è il tasso di interesse in economia?

Commenti disabilitati su Cos’è il tasso di interesse in economia? Studiare a Cagliari

In economia chi presta denaro ha diritto a conseguire un profitto, ovvero una remunerazione che viene espressa in termini percentuali e che identifica il tasso di interesse.

Per quanto si tratti di un concetto piuttosto semplice spesso si aggancia a tecnicismi complessi e ad acronimi incomprensibili che generano confusione e rendono difficile la gestione di risparmi e investimenti.

Al fine di consentire una maggiore comprensione delle dinamiche che regolano il mondo finanziario, abbiamo realizzato una guida pratica che intende fornire una panoramica generale del concetto di interesse e di tutto ciò che concerne la definizione del tasso percentuale e le relative applicazioni.

Definizione di tasso di interesse

Per iniziare a familiarizzare con il concetto e capire cos’è il tasso di interesse prendiamo in esame la definizione presente sul sito Wikipedia, la cui parte iniziale è riportata di seguito:

“In economia, il tasso (o saggio) di interesse effettivo rappresenta la percentuale dell’interesse su un prestito e l’importo della remunerazione spettante al prestatore.
Viene espresso come una percentuale per un dato periodo di tempo e indica quanta parte della somma prestata debba essere corrisposta come interesse al termine del tempo considerato o, da un altro punto di vista, indica il costo del denaro.”

In pratica, nell’ambito dell’erogazione di un prestito a medio, breve o lungo termine, chi riceve denaro in prestito, ovvero colui che è chiamato debitore, si assume l’impegno di restituire una somma maggiore rispetto a quella ricevuta.
La differenza tra la somma ricevuta e la somma restituita rappresenta l’interesse.

La maggiorazione viene solitamente calcolata in percentuale sulla somma iniziale prestata, salvo disposizioni differenti che vedremo di seguito.
La percentuale costituisce pertanto il tasso di interesse.

Detto in altre parole il tasso indica il valore dell’interesse che viene applicato a un prestito; è la remunerazione spettante al creditore, ossia a colui il quale ha concesso il finanziamento.

Generalmente, quando si parla di interesse il concetto viene associato a un costo per il debitore; in realtà dal punto di vista del risparmiatore/investitore esso rappresenta un vantaggio, ovvero un profitto derivante da un investimento.

Dal punto di vista del regime di capitalizzazione degli interessi il tasso può essere semplice oppure composto.

L’interesse semplice scaturisce dal calcolo della percentuale effettuato sull’importo del prestito originale, per cui risulta proporzionale al tempo e al capitale iniziale.

L’interesse composto scatuirsce dal calcolo della percentuale effettuato sul capitale prestato maggiorato della somma di interesse maturata nel corso della durata del prestito.
In questo caso quindi l’interesse anziché essere pagato o riscosso viene aggiunto al capitale iniziale che lo ha generato.

Le tipologie

I tassi di interesse, ovvero le percentuali che esprimono il costo del denaro, variano in base ad una serie di fattori: la moneta alla quale fanno riferimento, la solvibilità del debitore, la durata del prestito.

In base al parametro remunerativo cui fa riferimento un tasso può essere:

  • Fisso: definito al momento della stipula del prestito; non subisce variazioni fino alla scadenza.
  • Variabile: cambia al variare del tasso base cui fa riferimento per cui può subire fluttuazioni al rialzo o al ribasso.
  • Misto: scaturisce da una combinazione tra il fisso e il variabile.

L’interesse bancario

I tassi di interesse possono essere applicati a varie tipologie di operazioni finanziarie; tra le più comuni i mutui, i prodotti di risparmio (es. Conti correnti) e gli investimenti.

La percentuale di interesse varia a seconda dello strumento finanziario e dell’operatore economico.

Esiste tuttavia un indicatore generale, ovvero un tasso di riferimento che deve essere preso in considerazione come parametro per la definizione delle percentuali da applicare alle operazioni finanziarie.
Si tratta del tasso della BCE (Banca Centrale Europea) che determina il costo del denaro in un determinato momento tenendo in considerazione l’andamento dell’economia.

Per capire meglio il concetto. Se l’economia attraversa un periodo di stasi il tasso ‘regolatore’ viene abbassato per stimolare gli investimenti e incentivare la circolazione della liquidità; viene invece alzato nei casi in cui è necessario evitare l’inflazione, che potrebbe scaturire da un’economia accelerata.

L’interesse bancario può essere:

  1. Attivo: tasso di interesse che la banca corrisponde al risparmiatore per aver ricevuto parte della sua  liquidità
  2. Passivo: tasso di interesse che il cliente della banca è tenuto a corrispondere all’istituto di credito per aver stipulato un contratto di mutuo o di prestito.
    Gli interessi passivi vengono identificati con gli acronimi di TAN e TAEG.

TAN

L’acronimo TAN identifica il Tasso Annuo Nominale.
Esso identifica la differenza, espressa in percentuale, tra l’importo ricevuto e quello rimborsato, nell’arco temporale di un anno.

Non comprende le eventuali spese.

TAEG

L’acronimo TAEG identifica il Tasso Annuo Effettivo Globale.

Esso identifica la reale differenza tra l’importo ricevuto e quello da versare al creditore.

In altre parole si tratta di una percentuale che include sia il TAN che tutte le spese afferenti l’operazione, come ad esempio le commissioni, le spese di istruttoria e l’assicurazione.

I tassi bancari europei

Oltre al tasso della BCE esistono altri tassi che fanno riferimento al mondo delle banche.

Di seguito una breve panoramica delle percentuali da tenere in considerazione nel momento in cui si decide di procedere con l’apertura di un mutuo o con la richiesta di un prestito.

Euribor

Acronimo di Euro Inter Bank Offered Rate, l’Euribor è il parametro medio applicato alle transazioni tra le banche europee.
Esso fa riferimento agli scambi di liquidità tra banche per cui influenza il costo del denaro dei vari istituti e di conseguenza anche lo spread relativo ai mutui a tasso variabile.

IRS (Euris)

Acronimo di Interest Rate Swap, l’IRS identifica il tasso medio applicato dalle principali banche europee per la stipula dello swap a copertura del rischio.

Rappresenta la base per il calcolo degli interessi sui mutui per cui rappresenta un riferimento importante nei mutui a tasso fisso.

Eonia

Acronimo di Euro Overnight Index Average, l’Eonia è il corrispondente dell’Euribor, ovvero il tasso di interesse medio applicato ai prestiti della durata di un giorno (una notte).

tasso di interesse banca
Percentage, Concept of discount colorful tone

Lavorare nel settore finanziario

Banche, assicurazioni e intermediazione finanziaria rappresentano gli ambiti nei quali con maggiore frequenza viene applicato il concetto di interesse.

Il settore afferente il mondo economico-finanziario offre varie tipologie di opportunità occupazionali, molte delle quali incentrate sul risk management.

Tra le specializzazioni che consentono di acquisire un know how spendibile sul mercato del lavoro segnaliamo il master online in ‘Solvency 2 – La gestione del rischio assicurativo’.

Si tratta di un corso post-laurea di primo livello che mira a formare profili esperti nella gestione del rischio.

In particolare il programma del master è incentrato sulla normativa assicurativa, per cui si rivolge in via preferenziale a chi desidera diventare assicuratore, ma in generale approfondisce concetti che trovano applicazione nel settore bancario e aziendale.

Nel dettaglio, ecco la struttura didattica del percorso di studi:

  • Introduzione al risk management
  • Introduzione alle assicurazioni
  • Risk management – vita
  • Risk management – danni
  • I mercati finanziari
  • Rischi finanziari
  • Rischi operativi
  • SCR e OWN Funds
  • Aspetti di Sovency

L’erogazione dei cotenuti si avvale dell’innovativa modalità formativa e-learning, flessibile, pratica e totalmente personalizzabile sulla base delle personali esigenze e preferenze.


Il costo del master è di 2.000,00 euro, da corrispondere in quattro rate.
Per i laureati Unicusano e per tutti i laureati da meno di 24 mesi è prevista una quota di iscrizione ridotta pari a 1.700,00 euro.

Per ulteriori informazioni sul programma e sulle modalità di iscrizione contattaci attraverso il modulo che trovi qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali